Le caratteristiche delle carte ricaricabili - Guida alla carta ricaricabile | 24 Ore Conti – ConfrontaConti
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI CONTI CARTA CARTE DI CREDITO OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI
Guida ai conti carta

Nella “Guida ai conti carta” ti spieghiamo tutto ciò che occorre sapere su questo particolare tipo di prodotto bancario.

Per una rapida consultazione riportiamo qui di seguito l’indice degli argomenti trattati:

INDICE
Le caratteristiche dei conti carta
Che cos’è un conto carta? Che oneri implica? Da chi viene fornito?
Il rischio
Esistono rischi nell’apertura di un conto carta? In quali casi? Di che genere?
I servizi offerti attraverso il conto carta
Quali sono i servizi offerti attraverso il conto carta? Quali i costi collegati?
Gli elementi del contratto
Quali sono gli elementi caratterizzanti di un contratto di conto carta?
Le condizioni per l’apertura
Quali sono le caratteristiche richieste per l’apertura? Quali documenti si devono presentare?
Le condizioni economiche
Quali sono gli elementi da considerare per valutare conti carta alternativi? Quali i costi da sostenere per l’apertura? E per il mantenimento?

LE CARATTERISTICHE DEI CONTI CARTA

Il conto carta è una carta multifunzionale personale utilizzabile dal titolare, entro le somme caricate e all’interno dei limiti descritti nelle Condizioni Economiche, per effettuare tutte le principali operazioni bancarie. I conti carta offrono le funzionalità di base di un conto corrente consentendo la canalizzazione dello stipendio, l’esecuzione di pagamenti, il versamento di contante, nonché in alcuni casi la domiciliazione delle utenze, i pagamenti MAV, RAV, F24. Si tratta di una tipologia di prodotto particolarmente adeguata alle esigenze dei giovani e di chi non dispone e o non vuole usare un conto corrente bancario o postale ma necessita di uno strumento semplice per la gestione delle spese quotidiane.
I conti carta sono strumenti rilasciati a fronte di un versamento anticipato di fondi effettuato all’emittente; i fondi possono essere sempre ricaricati fino a un valore massimo stabilito dall’emittente stesso. Il cliente ha sempre diritto al rimborso totale degli importi presenti sulla carta stessa al netto di un'eventuale somma trattenuta a titolo di commissione.
Le principali differenze rispetto ai conti correnti sono le seguenti:

  • non prevedono l’invio di estratti conto al titolare;
  • non sono soggetti all’imposta di bollo;
  • non prevedono mai alcuna remunerazione per gli importi depositati sulla carta;
  • non consentono di avere un carnet di assegni:
  • non sono soggetti al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi;
  • non consentono di usufruire di affidamenti o di scoperti di conto (si può utilizzare solo la somma di ciò che vi si deposita). Questa caratteristica dei conti carta semplifica le procedure di rilascio (non sono necessarie istruttorie sul titolare della carta).

Al pari di un tradizionale conto corrente, anche il conto carta è identificato dall’IBAN (codice alfanumerico di 27 cifre) composto dal codice ISO 3166-1 dello Stato, il codice identificativo bancario e il codice BBAN (codice alfanumerico di 23 cifre), composto dal codice CIN, dal codice ABI della banca dove è domiciliato, il CAB dell'agenzia o succursale e il numero di conto.

icona info I consigli di ConfrontaConti I conti carta sono un’alternativa al conto corrente particolarmente interessante per chi cerca solamente un canale bancario multifunzionale in grado di garantire le operazioni di base. Questi conti prevedono dei costi fissi, come il pagamento di un canone annuo e in alcuni casi un costo per l’emissione della carta, e dei costi variabili legati alle operazioni effettuate, fra cui si segnalano in particolare i costi di ricarica della carta che possono incidere considerevolmente sui costi complessivi (generalmente questi costi si riducono/annullano in caso di ricarica online).
ConfrontaConti consiglia di confrontare le varie carte presenti sul mercato in funzione delle proprie caratteristiche di utilizzo: in generale non esistono carte migliori in assoluto, ma carte particolarmente convenienti per il proprio profilo.
Dati i molti elementi da prendere in considerazione nel confronto di carte alternative, si consiglia inoltre di basare le proprie valutazioni su indicatori sintetici, che consentano di confrontare carte diverse attraverso un unico parametro. Uno di questi parametri è il costo totale, che esprime il costo totale del conto carta per un determinato profilo di utilizzo.
Un altro consiglio per gli utenti che desiderino abbattere i costi del proprio conto carta è quello di indirizzarsi verso l’operatività online: in generale tutte le banche concedono sconti agli utenti che privilegiano questa operatività.

IL RISCHIO

I rischi connessi all’attivazione di un conto carta consistono nell’eventualità che la Banca possa non essere in grado di restituire al titolare le somme depositate sulla carta (non sia cioè in grado di prestare fede ai propri obblighi contrattuali), rischio che per i conti carta non viene tutelato dal Fondo Interbancario di Tutela dei depositi.
Per quanto riguarda il rischio di variazioni unilaterali delle condizioni economiche e contrattuali, il cliente ha facoltà di recedere entro 60 giorni dalla comunicazione della variazione.
Altri rischi sono legati all’utilizzo fraudolento da parte di terzi della carta e dei codici, nonché dei dati identificativi e parole chiave per l’accesso alla carta su internet, con conseguente possibilità di utilizzo da parte di soggetti non legittimati, ma sono anche ridotti al minimo se il titolare della carta osserva le comuni regole di prudenza e attenzione. Nei casi di smarrimento e sottrazione il Cliente è tenuto a richiedere tempestivamente il blocco della Carta.

icona info I consigli di ConfrontaConti In generale le banche sono istituzioni solide per cui, in periodi di stabilità finanziaria, il rischio non dovrebbe rappresentare l’elemento differenziante nella scelta del prodotto. Appare quindi difficile fornire consigli sulla materia, anche perché ha risvolti delicati. Dal momento comunque che questi conti non sono tutelati dal Fondo Interbancario di Tutela dei depositi, è consigliabile evitare di depositarci somme elevate, consiglio che appare comunque superfluo dal momento che il deposito di somme ingenti va comunque evitato per la caratteristica di questi prodotti di non remunerare il capitale.
Maggiori appaiono i rischi connessi all’uso indebito da parte di terzi della carta e dei codici, nel caso di smarrimento o furto. Si consiglia quindi di prestare la massima attenzione nella custodia della carta e del P.I.N., nonché la massima riservatezza nell’uso dello stesso P.I.N.

I SERVIZI OFFERTI

I conti carta offrono numerosi servizi che consento la gestione delle spese quotidiane. Di seguito forniamo un elenco, senza pretesa di esaustività, dei servizi che possono essere offerti:

  • Accredito stipendio/pensione;
  • Domiciliazione utenze;
  • Ricezione/invio bonifici;
  • Ricariche cellulare;
  • Prelievo bancomat;
  • Prelievo in filiale;
  • Pagamenti MAV, RAV;
  • Pagamenti F24.
icona info I consigli di ConfrontaConti In generale tutti i conti carta offrono servizi di base, come accredito stipendio, bonifici e prelievi. Non tutti, invece, prevedono la domiciliazione delle utenze ed i pagamenti MAV, RAV e F24. Può quindi apparire giustificata una scelta del conto carta in funzione della gamma di servizi offerti.

GLI ELEMENTI DEL CONTRATTO

Di seguito si elencano gli elementi caratterizzanti i contratti dei conti carta:

  • Canone annuo;
  • Costo di emissione carta;
  • Gamma di servizi inclusa nella carta;
  • Costo unitario di ciascun servizio offerto.
icona info I consigli di ConfrontaConti Non limitarsi a valutare il canone annuo della carta, sicuramente uno dei parametri più facilmente verificabile, ma confrontare i vari prodotti sul mercato in virtù delle proprie esigenze personali e della somma di costi fissi e variabili. ConfrontaConti suggerisce di identificare degli indicatori sintetici che riassumano la performance della carta per i diversi profili di utilizzo, e sicuramente fra tutti consiglia di privilegiare il costo totale.

LE CONDIZIONI PER L’APERTURA

L’attivazione di un conto carta risulta piuttosto semplice. Dal momento che la banca non si assume alcun rischio (non esiste la possibilità di ottenere affidamenti), l’apertura del rapporto non prevede alcun processo istruttorio. Ovviamente, se si avessero pendenze in corso con una determinata banca, si correrebbe il rischio che questa utilizzasse il saldo sulla carta per compensare i crediti vantati nei confronti del correntista.
Per l’attivazione di un conto carta sono solitamente richiesti solamente il codice fiscale, un documento di identità in corso di validità e la firma del contratto.
Si ricorda inoltre che la normativa antiriciclaggio (d.lgs 21 novembre 2007, n. 231), impone alle banche l’identificazione finanziaria del depositante. In caso di banche online, non avendosi la possibilità di identificazione finanziaria allo sportello, sarà necessario sottoporsi ad altra procedura di identificazione, solitamente con il tramite di altra banca o di un promotore finanziario.
icona info I consigli di ConfrontaConti Non farsi intimorire dall’iter richiesto né dal fatto che tutto il processo possa avvenire a distanza. Il processo solitamente è piuttosto semplice, anche in assenza di qualsiasi contatto diretto con persone della banca.

LE CONDIZIONI ECONOMICHE

Quando si deve scegliere tra più conti carta è bene confrontarne i costi totali. Ciò consiste nel valutare, per ciascuno di essi, data l’operatività del correntista, la somma dei costi fissi e dei costi variabili connessi all’uso della carta.
Si tratta di un’operazione che a volte può non essere semplice, perché ciascuna carta può prevedere costi variabili differenti per le singole operazioni eseguibili. Anche i costi fissi possono variare in relazione a diversi parametri, quali l’accredito dello stipendio o l’età del titolare, sebbene i conti carta si contraddistinguano proprio per il basso livello dei costi fissi.
Di seguito vengono descritti i parametri che concorrono a definire il costo dei conti carta:

  • Costi fissi: costi che è necessario sostenere per la semplice attivazione della carta. Spesso sono previsti canoni annuali ed un costo di emissione della carta. Non è previsto il pagamento dell’imposta di bollo.
  • Costi variabili: costi che variano in funzione del numero di servizi effettivamente utilizzati (servizi di pagamento, di versamento, strumenti di pagamento, ecc.) e del numero di ricariche effettuate.
icona info I consigli di ConfrontaConti È sempre consigliabile confrontare i conti carta in funzione dei costi annui totali, dati dalla somma dei costi fissi e dei costi variabili.
icona info Per saperne di più sui conti:
  • Il conto deposito
    Caratteristiche, condizioni di apertura e di vincolo, come trovare il conto deposito più conveniente
  • Il conto corrente
    Caratteristiche, condizioni di apertura, come trovare il conto corrente più conveniente
  • Il conto online
    Caratteristiche e condizioni di utilizzo, come trovare il conto online più conveniente
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato
 €
Durata deposito
Vincolo
Ricerca filiale
Si  
 No 
OTTIENI PREVENTIVO
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo medio
 Euro
Richiesta fido
    No 
Intensità utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito stipendio
 Sì   No 
Anno di nascita

Innofin SIM S.p.A. Iscrizione Albo SIM n° 291 delibera CONSOB n° 19510/2016, Iscrizione R.U.I. sez. D n. D000546007 (inoperativo) presso IVASS - P. IVA 09150670967 - Copyright 2000-2017
Innovazione Finanziaria SIM S.p.A.
Iscrizione Albo SIM n° 291 delibera CONSOB n° 19510/2016, Iscrizione R.U.I. sez. D n. D000546007 (inoperativo) presso IVASS - P. IVA 09150670967 - Copyright 2000-2017
tratteggio
Innovazione Finanziaria SIM S.p.A. fa capo a Gruppo MutuiOnline S.p.A., società quotata al Segmento STAR della Borsa Italiana
Per ulteriori informazioni, visita www.gruppomol.it